Posts tagged quotes

Posted 3 days ago
Appoggiamo le guance
sullo stesso cuscino
e d’improvviso siamo ancora
una persona sola
Giuseppe Peveri (Dente)
Posted 1 month ago
Maria Alejandrina Cervantes, di cui noi dicevamo che avrebbe dormito una volta sola per morire, fu la donna più elegante e più tenera che abbia mai conosciuto, e a letto la più generosa, ma anche la più severa. (…)
Era stata lei a smantellare la verginità di tutta la mia generazione.
Ci insegnò molto più di quello che avremmo dovuto imparare, ma ci insegnò soprattutto che nella vita non c’è luogo più triste di un letto vuoto.
Gabriel Garcìa Màrquez, Cronaca di una morte annunciata
Posted 1 month ago

tutti al mare

la sabbia nel culo
ustioni di secondo grado
la sabbia nelle palle
l’unto sulla pelle
il venditore di cocco di gomma
il catrame nei piedi
i bambini grassi che corrono e ti investono
i bambini magri che ti pigliano a pallonate negli occhiali
lo Tsunami
il mal di testa da insolazione
secchezza delle fauci
il sale nei capelli
le alghe nella barba
i tamarri che fanno i gavettoni
i bambini stronzi che calpestano il tuo bellissimo castello di sabbia
le ferite da scoglio
le ferite da riccio
la prova costume
la noia
l’ombrellone
i vicini d’ombrellone
le sdraie
i bagnini abbronzati
lo squalo
la doccia fredda
la birra calda
il gelato
le moto d’acqua
la spiaggia deserta
la spiaggia affollata
la spiaggia vip
la spiaggia gay
la spiaggia di stocazzo
il canotto
il costume umido
le radioline
le parole crociate
le parole del vicino d’asciugamano
le panze pelose
le chiappe chiare
le borse frigo
lo sbarco in Normandia
il beach volley
gli occhiali da sole
la protezione totale
la bandiera rossa
il doposole
il prima del sole
il sole
i nudisti
la canzone dell’estate
l’Inferno.

Guido Catalano - Da “Piuttosto che morire m’ammazzo”
Miraggi Edizioni, 2013
Posted 2 months ago

Ben oltre le idee
di giusto e di sbagliato
c’è un campo.

Ti aspetterò laggiù.

Jalāl al-Dīn Rūmī
Posted 3 months ago
È in questo sostanziale malinteso che inciampano molte esistenze. Nell’idea completamente sbagliata che tutto sia sotto controllo. Che si possa scegliere di andare o stare, senza soffrire.
Josephine Hart, Il danno

(Source: guidogaeta)

Posted 3 months ago
Ma procediamo con disordine. Il disordine dà qualche speranza. L’ordine nessuna. Niente è più ordinato del vuoto.
Marcello Marchesi, Il malloppo, Bompiani, 1971
Posted 3 months ago
Convenzioni. Alcune fanno sì che ciò che non esiste esista, altre che non esista ciò che esiste. Ma le seconde sono più rare e ardue delle prime. Sicché è più facile accrescere il mondo esterno, aggiungervi esseri e relazioni, che negarlo. Più facile credere che esistano cose al di là delle pareti della mia stanza che negare la mia stanza chiudendo gli occhi.
Paul Valèry

(Source: kazu4lity)

Posted 3 months ago

Le tre parole più strane

Quando pronuncio la parola Futuro,
la prima sillaba va già nel passato.

Quando pronuncio la parola Silenzio,
lo distruggo.

Quando pronuncio la parola Niente,
creo qualche cosa che non entra in alcun nulla.

Wislawa Szymborska, da Discorso all’ufficio oggetti smarriti, ed. Adelphi, Milano 2004, pag. 137
Posted 4 months ago
Fino a che non verrà la mattina di lunedì, siete l’uno nelle braccia dell’altra, ad ascoltare il rumore del tempo che passa.
Murakami Haruki, Kafka sulla spiaggia
Posted 5 months ago
Di tutto restano tre cose:
la certezza
che stiamo sempre iniziando,
la certezza
che abbiamo bisogno di continuare,
la certezza
che saremo interrotti prima di finire.
Pertanto, dobbiamo fare:
dell’interruzione,
un nuovo cammino,
della caduta,
un passo di danza,
della paura,
una scala,
del sogno,
un ponte,
del bisogno,
un incontro.
Fernando Pessoa

(Source: silviableg)

Posted 5 months ago
Il mito greco insegna che si combatte sempre contro una parte di sé, quella che si è superata, un antico se stesso. Si combatte soprattutto per non essere qualcosa, per liberarsi. Chi non ha grandi ripugnanze, non combatte.
Cesare Pavese

(Source: intecomeunsecondorespiro)